top of page

93° La Lean nel Procurement: gestire le Non Conformità - Da "Il mondo degli Acquisti"



Con i fornitori è necessario avviare un processo formale e rigoroso di gestione delle non conformità e delle azioni correttive/preventive.

  • Informare il fornitore riguardo la procedura (flusso) della gestione del rapporto di NC (form, tipo di trasmissione, referenti, tempistica, azioni).

  • Compilare celermente il rapporto di NC con dettagli ed informazioni esaudienti e pretendere altrettanto nelle risposte.

  • Registrare le NC e gestire la tempistica fino alla chiusura del claim.

  • Pretendere dal fornitore per ogni NC la proposta delle azioni correttive mirate a correggere il processo di produzione e concordarne l’esecuzione.

  • Misurare l’efficacia delle azioni correttive fino alla certezza della rimozione delle cause dei problemi rilevati sulle forniture.

ISO 9001 e Lean


L'implementazione dei principi Lean in un'azienda che già segue la gestione delle non conformità in accordo alla certificazione ISO 9001 può portare a miglioramenti significativi nell'efficienza operativa e nella qualità dei prodotti o servizi.

Di conseguenza la Lean può essere integrata in un sistema di gestione delle non conformità, basato su ISO 9001, prendendo in considerazione i seguenti spunti:

  • Utilizzare le tecniche Lean, come la mappatura del flusso del valore, per analizzare i processi esistenti e individuare sprechi, inefficienze e aree di miglioramento.

  • Coinvolgere attivamente i dipendenti nella segnalazione delle non conformità e nell'identificazione delle soluzioni.

  • Promuovere la cultura della responsabilità condivisa, in cui i dipendenti sono responsabili del rilevamento e della risoluzione delle non conformità nelle loro aree di lavoro (kaizen teams).

  • Utilizzare strumenti e metodologie Lean, come il 5 Whys (i 5 perché), per scavare a fondo e identificare le cause profonde delle non conformità, anziché limitarsi a trattare i sintomi.

  • Introdurre standard di lavoro chiari e ben definiti per garantire che i processi siano eseguiti in modo coerente e conforme agli standard della qualità.

  • Mantenere la documentazione dei processi aggiornata e accessibile a tutti i dipendenti interessati.

  • Implementare indicatori chiave di prestazione (KPI) per monitorare l'efficacia delle azioni di miglioramento e l'andamento delle non conformità nel tempo.

  • Fornire formazione ai dipendenti per migliorare le loro competenze e abilità nella gestione delle non conformità e nell'adozione dei principi Lean.

  • Assicurarsi che la leadership dell'azienda sostenga attivamente l'implementazione dei principi Lean e la gestione delle non conformità.

  • Comunicare chiaramente gli obiettivi di miglioramento e l'importanza della cultura Lean all'intera organizzazione.

Concludendo, la gestione delle non conformità nella Lean è vista come un flusso di attività e processi volti a individuare, analizzare e risolvere le deviazioni o le anomalie riscontrate nei processi produttivi/operativi di un'organizzazione.


Questa pillola fa parte di una nuova serie di video/articoli che descrivono l'impatto della Lean procurement, approfondisci l'argomento guardando il video caricato sul mio canale YouTube (fai click e vedi ora) e non perdere i prossimi video!


Questa pillola descrittiva, tratta dal libro “Il mondo degli Acquisti” (vedi l'estratto del testo e l'elenco dei capitoli), è il 93° articolo, di una serie che pubblicherò sul blog allo scopo di illustrare la professione di compratore e per divulgare le tecniche del Procurement applicabili in un moderno ufficio Acquisti.



Daniele Pezzali consulente e formatore in Procurement

19 settembre 2023


Commentaires


bottom of page