Chi ha contratto il SarsCov2 dovrebbe essere esentato dalla vaccinazione



Dedicato a tutti coloro che hanno contratto il Sars Cov2 e sono guariti.

In particolare ai lavoratori della Sanità cui il vaccino è stato reso obbligatorio sin dal 1° aprile 2021 e a tutti gli over 50 che pur essendo guariti dall'infezione, si trovano costretti a fare i conti con un trattamento sanitario obbligatorio che ha perso di ogni valenza scientifica.


Ecco cosa afferma uno studio pubblicato su "The Lancet" (che sarà certamente taciuto dal Ministro Speranza)


“I lavoratori del settore sanitario che hanno contratto l’infezione naturale da Sars Cov2 dovrebbero essere esentati dall’obbligo di vaccinazione”. È questo il titolo di un articolo pubblicato su The Lancet e scritto da Dennis McGonagle (clicca qui), professore di reumatologia dell’Università di Leeds in Inghilterra.


L'immunità naturale è migliore rispetto alla vaccinazione


“L’immunità naturale sviluppata dopo il recupero dall’infezione fornisce una protezione migliore rispetto alla vaccinazione, che deve essere effettuata annualmente a causa della perdita di efficacia del vaccino”, ha ricordato il professor McGonagle.

In uno studio pubblicato su Clinical Infection diseases da ricercatori statunitensi e citato da McGonagle, è emerso che “gli individui non vaccinati che hanno preso il virus hanno dieci volte meno probabilità di essere reinfettati rispetto agli individui vaccinati senza infezione naturale“. “Le persone esposte all’infezione naturale hanno anche meno probabilità di essere ricoverati in ospedale con COVID-19“.


Lo studio è stato riportato nel servizio del TG di Byoblu (clicca qui) di oggi (22 feb.), l'inchiesta prosegue affermando: "I vaccinati possono trasmettere l’infezione ai non vaccinati, mentre le persone che non hanno fatto l’iniezione e contratto naturalmente il virus hanno meno probabilità di trasmetterlo ai pazienti più fragili. I guariti hanno anticorpi nel naso, circostanza che invece non è riscontrata nelle persone vaccinate.

Inoltre, ha ricordato McGonagle, citando diversi studi, la vaccinazione di persone che hanno avuto l’infezione può essere inutile e in alcuni casi anche pericolosa".

Quanto viene esposto a chiare lettere è in totale antitesi a quello che è riportato dai DL che impongono la vaccinazione anche alle persone guarite.

Nessuno dei mass media nazionali ha messo in evidenza questo studio, ancora oggi il mainstream trasmette informazione contraddittorie che spesso risultano palesemente senza fondamenti scientifici, come la narrazione sul lasciapassare verde che costituisce la prova più lampante di questo delirio mediatico.


Il Governo continua ad essere in balia di un CTS che si muove a tentoni spingendo la "vaccinazione ad ogni costo" anche per i guariti, proclamando la quarta dose e mettendo in pratica, attraverso decreti illeciti, la coercizione ed il vile ricatto.

Ormai non è più scandaloso sentire proclamare dalle più alte cariche dello Stato, senza nessun pudore: "Il green pass è servito per incentivare i cittadini a sottoporsi alla vaccinazione".


Le evidenze scientifiche però stanno smantellando questa manovra


E' sotto gli occhi di tutti che la campagna vaccinale si è rivelata un enorme fallimento sia sul piano dell'efficacia del farmaco, sia sui metodi usati per costringere la gente a cedere.

Questo Governo è arrivato ad affamare milioni di cittadini che si sono opposti al ricatto, togliendoli prima i diritti civili e poi il lavoro!


La mia cara mamma mi diceva sempre "quando la verità stenta a venire a galla, lascia scorrere il tempo ed i nodi prima o poi arriveranno al pettine".

Il problema è che in due anni sono morte persone innocenti sia per le mancate cure domiciliari, sia per gli effetti avversi del farmaco sperimentale, ancora oggi chiamato impropriamente vaccino.


Le menzogne hanno sporcato di sangue i mandanti e gli esecutori di questa emergenza sanitaria che in Italia continua imperterrita... Chissà se "quel pettine" un giorno sarà maneggiato anche dalla magistratura.


Daniele Pezzali consulente in Procurement & ICT (visita:www.danielepezzali.com)

Seguimi su LinkedIn

22 febbraio 2022