L'articolo del giornalista e sinologo Adriano Màdaro "Virus: terribile verità?"

Ho il piacere di conoscere di persona il dott. Adriano Màdaro, è un intellettuale lucido, obiettivo, concreto e umile, con lui ho avuto modo di conversare diverse volte e nutro una profonda stima nei suoi confronti.


Per chi non lo conoscesse, è sufficiente elencare qualche dato: è il sinologo più esperto che abbiamo in Italia, noto giornalista che ha lavorato e scritto libri con Enzo Biagi, entrò per la prima volta in Cina nel 1976, (al tempo c'era ancora Mao), la sua biografia percorre tutte le tappe dello sviluppo della Repubblica Popolare Cinese.

Un percorso che Màdaro ha vissuto in prima persona sul campo, è sufficiente dire che Adriano era presente in Piazza Tienanmen il 4 giugno del 1989 e ho avuto il pregio di sentire il racconto di quel drammatico giorno proprio dalle sue labbra!


Tutta questa prefazione per dire che l'articolo che segue è un'accurata analisi che il giornalista Màdaro coraggiosamente espone, lo fa citando delle coincidenze molto particolari che alimentano dei sospetti...

Il dott. Màdaro non vuole essere il "detentore della verità", ma, giustamente, un giornalista è anche un investigatore ed investigare significa mettere sul tavolo tutte le ipotesi possibili di un avvenimento.

Quindi siamo lontani dal citare una "fake news", perché in questo caso si tratta di un'ipotesi elaborata da un professionista che ha la licenza di esprimersi ad alto livello giornalistico.


Purtroppo la verità sarà nota solo in futuro, per mezzo degli storici che studieranno l'epoca nella quale stiamo vivendo!


Daniele Pezzali consulente in Procurement (visita: www.danielepezzali.com)

20 febbraio 2020



152 visualizzazioni