top of page

Novità! "La Lean osservata dalla prospettiva del procurement"


Con questa pubblicazione ho cercato di raccogliere tutte le informazioni necessarie per costruire un manuale che sviluppa un percorso logico a partire dalla storia del TPS fino ad arrivare alla moderna concezione del Lean Thinking.


L’intento è stato quello di elaborare uno strumento facile da assimilare, di stimolare l’interesse del lettore che approccia per la prima volta un argomento tanto complesso e articolato come quello della Lean. Allo stesso tempo ho cercato di sviluppare un testo ricco di spunti da poter approfondire per chi vive l’azienda nell’ambito della supply chain e in particolar modo della funzione acquisti.


Sono assolutamente fermo nel dichiarare che un processo Lean, se affrontato in azienda con il corretto approccio e condotto con la dovuta formazione e il costante aggiornamento, porta benefici a 360° sia nei reparti produttivi, sia in tutte le funzioni gestionali. È imprescindibile che il processo della Lean debba quindi coinvolgere tutti i dipendenti, dal CEO all’operaio assunto con contratto interinale.


Tuttavia, ho notato che in un’organizzazione totalmente Lean sono due le aree che hanno i maggiori oneri/benefici: la prima è sicuramente quella produttiva comprendente la pianificazione, le linee di montaggio e la struttura logistica dei magazzini, mentre la seconda, a sorpresa, è il procurement. Spesso, però, il suo ruolo da protagonista non viene ben compreso né dall’azienda, né dagli addetti agli acquisti.


La mia affermazione ha un semplice e concreto fondamento: il procurement rappresenta l’anello di congiunzione tra la produzione e il mondo della fornitura; quindi, tutte le lavorazioni operate in outsourcing e tutti i fornitori, in un’ottica Lean, devono essere considerati come tanti reparti esterni della fabbrica.


Per questo un’azienda non può affermare di operare secondo i principi Lean se almeno tutti i suoi principali fornitori non operino secondo il Toyota Production System.


Buona lettura!



Daniele Pezzali consulente e formatore in Procurement


2 febbraio 2024


Comments


bottom of page